0

Francesco Barbi – blog | Io sono libero?

Il mio 2015 in poche righe

Rieccomi, a distanza di un anno. Chiaro è che in questo 2015 non ho avuto tempo da dedicare al blog. I motivi sono molti, dagli impegni con la scuola (se non altro a settembre, dopo 10 anni di insegnamento, sono finalmente passato di ruolo) ai figli (il più piccolo, 3 anni e mezzo adesso, è stato davvero impegnativo), alla scrittura… Quanto spazio riuscirò a dare al blog in futuro dipende da alcune scelte importanti che dovrò fare a breve e di cui, nel caso, parlerò.

A ogni modo, riguardo alla scrittura, ho continuato a “lavorare” ma, ahimè, non ci sono ancora novità sostanziali dal punto di vista editoriale.

17117-aspettando-godot_jpg_620x250_crop_upscale_q85

“Waiting for Godot”…

Due i progetti che hanno caratterizzato quest’anno (e che inserirò nei prossimi giorni nella side-bar): “Il massimo indispensabile”, un noir iniziato l’anno scorso e ambientato nella provincia di Pisa ai giorni nostri, e “Libro assurdO”, un romanzo diciamo di genere fantastico che ho più volte negli anni ricominciato e tentato di portare avanti (e a cui, tra l’altro, ho già dedicato un post: questo).

Al momento sto lavorando su “Libro assurdO”. Più che lavorando, sto ancora cercando il bandolo della matassa o comunque di capire se stavolta sarò in grado di portarlo a termine. Lascio in assaggio le primissime pagine della nuova versione:

Libro assurdO – prime pagine

Che ve ne sembra? Troppo assurdo?

Ne approfitto per augurare a tutti un ottimo 2016!

There are 7 Comments to "Il mio 2015 in poche righe"

  • Bruno scrive:

    … buon 2016!

  • Psicomama scrive:

    Che piacere trovarti di nuovo qui! Leggerò presto il tuo scritto. Intanto un affettuoso augurio di buon anno, che sia pieno di soddisfazioni, quali che siano, e a presto

  • Andrea scrive:

    Nulla di assurdo: continualo, che mi piace un sacco!

  • Psicomama scrive:

    Condivido!!! Anche a me piace un sacco! (Peró un po’ strano lo trovo, eh!) I tre protagonisti mi hanno suscitato gran simpatia, pur nella loro stramberia, o proprio x questo…
    E un po’ mi ricordano Orgo, Zacc e Guia. Ci avevi pensato?
    Ci fai leggere il seguito?
    Buon anno!

    • Francesco Barbi scrive:

      Sì, ci avevo pensato. In certi aspetti si somigliano. Figurati che Geremia (il cieco) si chiama Geremia perché mi ricorda Zaccaria. E questo lo dico nel testo, qualche pagina dopo… I personaggi interni che si tramutano in personaggi di diversi romanzi sono comunque diversi, si mischiano e soprattutto cambiano, loro e te con loro, te e loro con te. Nello scrivere i romanzi stessi.
      Probabilmente qualche altra pagina la inserirò in un altro post.

  • Psicomama scrive:

    Giusto, personaggi… Interni, poi diventano un po’ altro, come davvero esterni, e il legame fra dentro e fuori si fa impercettibile e sottile… Ma c’è sempre, è in effetti la sorgente. Quindi intorno a te comunque girano.
    E ora dove andranno?
    Intanto vedo uno stile sorprendente sempre più e metanarrativo.
    Allora aspetto con vivo interesse la prossima puntata.
    Grazie degli avvisi su fb che consentono di arrivare appena esci: mi raccomando! ;)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

Per orientarsi

Pagine

  • Categorie

  • Articoli recenti

  • Commenti recenti

  • Archivi

  • Tags

  • Meta

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e dunque non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001.
    Se un'immagine o altro pubblicato in questo blog dovesse in qualche modo violare le leggi del copyright, siete pregati di farmelo sapere tramite e-mail e io provvederò a rimuovere l'elemento o gli elementi in questione.

    Creative Commons License
    Questa opera è distribuita con Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.