0

Francesco Barbi – blog | Io sono libero?

Vita da scrittore nella crisi, 1

Nonostante i propositi, peraltro dichiarati nel post precedente, sono dovuti passare più di 20 giorni prima che tornassi a scrivere su questo blog. Però ho finalmente (concedetemi questo avverbio in -mente) terminato “Marchi indelebili”. Bene, è stata dura, ma adesso anche questa è fatta. Ok, stop al momento di ottimismo e spensieratezza. Entro in lamento-mod, devo parlare della crisi. Della crisi che colpisce l’Italia, e in particolare l’editoria, della crisi che colpisce in parte anche me…

No, perdonatemi, non ce la faccio. Nei giorni scorsi ho buttato giù qualche considerazione, ma in questo momento sono un po’ su di giri e non ho voglia di deprimermi. Ho appena terminato un lavoro che mi ha incupito parecchio. Adesso mi ci vuole un po’ di leggerezza.

Chiuso-per-crisi-300x225

Tra qualche giorno, quando me la sentirò, ovvero quando sentirò di nuovo addosso il grigiore della crisi, ci riproverò… Oggi ragiono al contrario. Mi va di fare bello il brutto.

E allora, visto che ho il tempo e mi va comunque di scrivervi qualcos’altro, vi propongo una serie di frasi scritte nel 1934 da Albert Einstein, non proprio un cervello qualunque, in “Come io vedo il mondo”:

La crisi può essere una vera benedizione per ogni persona e per ogni nazione, perché è proprio la crisi a portare progresso. La creatività nasce dall’angoscia, come il giorno nasce dalla notte oscura. È nella crisi che nasce l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie.

 

Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia.

 

Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato. Chi attribuisce le proprie sconfitte e i propri errori alla crisi, violenta il proprio talento e mostra maggior interesse per i problemi piuttosto che per le soluzioni. La vera crisi è l’incompetenza.

 

È nella crisi che il meglio di ognuno di noi affiora; senza crisi qualsiasi vento diventa una brezza leggera.

 

Parlare di crisi significa promuoverla; non parlarne significa esaltare il conformismo. Cerchiamo di lavorare sodo, invece. Smettiamola, una volta per tutte, l’unica crisi minacciosa è la tragedia di non voler lottare per superarla.

Buona crisi a tutti!

There are 10 Comments to "Vita da scrittore nella crisi, 1"

  • Psicomama scrive:

    Meraviglioso!!!
    Sei uscito dalla crisi! E che uscita; bella!
    Le frasi sono strepitose, ho ragionato e sragionato, intense e fonde, per Bacco. E vere, anche, le senti sulla pelle. Una per una.
    Al prossimo passo!

  • Psicomama scrive:

    Sono evoluta. La crisi è una benedizione.

  • Lidia Perfinta scrive:

    Ciao Francesco,
    è bello rileggerti.
    Già, la crisi…
    Hai citato delle frasi davvero non da poco. Ti dirò, anche a me serviva molto leggerle
    Grazie.
    Mi spiace che ultimamente ci sentiamo poco. Annuncio che il mio cellulare ha deciso di arrendersi, (codardo!), e per ora l’unico a sostenermi è Skype. Mi spiace un sacco che tu non lo usi, :( Mi mancano le nostre chiacchierate.
    Intanto ti leggo qui, e magari ti scrivo una mail. Nel frattempo, mi mangio un gelato menta e cioccolato e fanculo la crisi.

    • Francesco Barbi scrive:

      Mi fa piacere che tu abbia apprezzato le frasi di Einstein e che ti abbiano dato un po’ di conforto.
      Invece mi dispiace della “dipartita” del tuo cellulare. Be’, comunque ci terremo in contatto e magari troveremo una soluzione per le nostre chiacchierate.
      E infine… Buono il gelato menta e cioccolato… Sì, fanculo la crisi!

  • Bruno scrive:

    Se la crisi porta progresso, perché noi stiamo ancora messi… come stiamo?

    • Francesco Barbi scrive:

      Ciao Bruno… Be’, la crisi è forse considerabile uno dei principali motori del progresso… Senz’altro può portare progresso, ma non è detto che lo faccia, né che ciò avvenga in tempi brevi. Specie quando si tratta di una crisi che riguarda una o più nazioni.
      In effetti (se penso ad esempio all’Italia) credo che le frasi di Einstein siano maggiormente vere/valide se applicate alle crisi di tipo intellettuale nella vita dei singoli.

  • Psicomama scrive:

    Secondo me è sotto inteso che la crisi è una benedizione se la si sa raccogliere e capire. Usare come stimolo di progresso, insomma.
    Qui c’è invece dell’incompetenza. E chi ci cava le gambe?
    Non a caso fra le citazioni si dice anche “la vera crisi è l’incompetenza”. (Ma sarebbe più esatto dire la vera sciagura, considerato che la crisi è neutra e anzi buona se ben usata).
    Interessante discussione.

  • Alice scrive:

    Amche a me sono piaciute tantissimo le frasi di Einstein e devo dire che mi hanno pure tirato un pò su!! :) Io nn lavoro ancora, sono appena entrata all’università, ma la crisi uccide le speranze di trovarne uno, mina il futuro! :(

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

Per orientarsi

Pagine

  • Categorie

  • Articoli recenti

  • Commenti recenti

  • Archivi

  • Tags

  • Meta

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e dunque non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001.
    Se un'immagine o altro pubblicato in questo blog dovesse in qualche modo violare le leggi del copyright, siete pregati di farmelo sapere tramite e-mail e io provvederò a rimuovere l'elemento o gli elementi in questione.

    Creative Commons License
    Questa opera è distribuita con Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.